Blog
media

L'alfabeto dei nei: regola A, B, C, D ed E

29/04/2020

Chi vuole curare la propria salute conosce bene l’importanza dell’applicazione dei concetti di prevenzione, screening e stile di vita sano.

La stragrande maggioranza delle persone ha almeno un neo sul proprio corpo, più o meno grande o colorato, o anche dalla forma particolare. Ma cosa sono davvero queste macchioline e quali sono i metodi per tenere la propria pelle sotto controllo?

Cosa sono i nei

In una intervista di qualche anno fa, il dottor Ascierto, l’oncologo dell'Istituto Nazionale Tumori Fondazione G. Pascale di Napoli divenuto famoso negli ultimi tempi per la lotta al Covid19, li ha definiti “aggregati di melanociti, le cellule che producono melanina (la sostanza che consente alla pelle di abbronzarsi), presenti normalmente nella giunzione tra derma (lo strato profondo della pelle) ed epidermide (lo strato superficiale della pelle). Sono formazioni di per sé benigne.”

Perché bisogna tenerli sotto controllo

I nei sono quindi, di base, innocui. Tuttavia può capitare che, per un qualche motivo, diventino qualcosa di più serio di semplici macchioline, ossia un tumore della pelle.

Le cellule presenti nello strato più esterno dell'epidermide sono conosciute come cellule squamose e, quando subiscono una trasformazione tumorale, danno origine ai carcinomi spinocellulari.

Le cellule dello strato più profondo sono conosciute come cellule basali e possono originare i carcinomi basocellulari.

Come controllarli

Per riconoscere le lesioni da sottoporre all’attenzione di specialisti, quali i dermatologi, si consiglia di applicare la cosiddetta “Regola ABCDE” che aiuta a individuare i nei e le macchie normali, distinguendoli da quelle sospette.

Le caratteristiche previste da questa regola, per giustificare una visita da uno specialista, non devono per forza essere tutte presenti contemporaneamente, anche una sola potrebbe bastare per far scattare il campanello d’allarme.

Vediamo insieme quindi questa regola ABCDE come funzione per la diagnosi clinica di melanoma:

  • A come Asimmetria: i melanomi sono di solito asimmetrici. Una metà della macchia cutanea potrebbe essere più grande dell’altra.
  • B come Bordi: i bordi del melanoma sono irregolari, al contrario di quelli dei normali nei.
  • C come Colore: il melanoma è spesso policromo, ovvero presenta colori diversi come nero, bruno, rosso e rosa.
  • D come Dimensione: una lesione cutanea sospetta che abbia un diametro superiore ai 6 millimetri deve sempre essere verificata da uno specialista.
  • E come Evoluzione: la lesione cutanea che tenda a modificare la propria forma, il colore o la superficie dovrebbe essere ritenuta sospetta e da verificare.

Se vuoi approfondire l’argomento oppure porre qualche semplice domanda, contattaci. Il nostro team di professionisti è a tua totale disposizione.

 

Lascia un commento

Gli indirizzi E-Mail non saranno pubblicati. I campi richiesti sono contrassegnati con *

Categorie del blog