Blog
media

Scuola: cosa fare se il tuo bambino ha mal di schiena

03/11/2019

Il mal di schiena nei più piccoli va curato in maniera repentina, in quanto può portare, nel lungo periodo, a diversi disturbi quali:

  • difficoltà a dormire la notte;
  • mancanza di concentramento a scuola;
  • in alcuni casi anche dei segni di depressione.

È molto importante individuare le cause del disturbo con una visita medica da un fisioterapista e da un osteopata, i quali possono prescrivere determinati esercizi che alleviano il dolore. Nei casi in cui il dolore persiste o si acuisce, il pediatra potrebbe prescrivere degli esami radiologici per verificare lo stato di salute di vertebre e del rachide.

Soprattutto in tenera età bisogna stare attenti al peso del loro zainetto (che a volte è pari al 20% del loro peso), tra le cause principali di mal di schiena nei bambini dai 6 ai 13 anni, fascia d’età nella quale, alcune ricerche, hanno evidenziato un’incidenza di questo disturbo tra il 20 e il 30 % del campione analizzato.

Oltre allo zaino troppo pesante, altre cause sono la cattiva postura, il sovrappeso o l’obesità, scarpe scomode ma anche un’alimentazione sregolata può giocare un ruolo importante nel presentarsi del disturbo.

Cosa fare

Uno dei primi consigli è quello di diminuire il più possibile il peso trasportato e di procurarsi uno zaino adatto e morfologicamente conforme alla schiena del piccolo: oltre al peso dello stesso, infatti, anche la sua conformazione e comodità nell’indossatura possono incidere sul mal di schiena, oltre alla distribuzione dei pesi al suo interno. Infatti le borse a tracolla non sono raccomandate per il rischio di uno scarso bilanciamento del peso, così come i carrelli a ruote per i bambini più piccoli, perchè il peso attrae il corpo dallo stesso lato e a lungo termine.

Da affiancare all’attenzione allo zaino, ci sono diverse buone pratiche da adottare:

  • limitare il tempo trascorso davanti al computer, fonte del dolore al collo e cefalea;
  • praticare attività fisica, conforme alla statura del bambino, stimolando la crescita delle ossa;
  • insegnare la buona postura sia in piedi che seduti, oltre che quando indossa lo zaino (mai su una sola spalla).

Se hai curiosità riguardanti l’argomento, contattaci, il team della Farmacia Carini è sempre a tua disposizione.

Lascia un commento

Gli indirizzi E-Mail non saranno pubblicati. I campi richiesti sono contrassegnati con *