Blog
media

Cani e gatti in primavera: quali sono i rischi?

26/04/2022

Con la primavera non arrivano solo le belle giornate da trascorrere fuori con l’amico a quattro zampe, ma arrivano anche insetti e parassiti. Di conseguenza cresce il rischio di punture di zecche, pulci, zanzare e pappataci, che possono diventare molto pericolose per la salute dei nostri cani e/o gatti.

Le pulci del cane e del gatto

Le pulci del cane e del gatto sono tra i parassiti più comuni. Le punture di pulce causano forte prurito, dermatite allergica, perdita del pelo, debilitazione e anemia nei casi più gravi. Essendo parassiti molto resistenti, possono vivere molto a lungo anche in assenza di animali da pungere. Trovano nelle case il loro habitat perfetto per sopravvivere.

Le zecche

Le zecche, adattandosi a climi diversi, sono diffuse sia in campagna sia in città. Le punture di zecche possono trasmettere al tuo cane o al tuo gatto germi portatori di malattie, oltre a causare anemia grave. Infatti, nel momento in cui la zecca si attacca alla pelle dellanimale, può restare ancorata saldamente anche per 15 giorni e può succhiare grandi quantità di sangue.

Il consiglio è quello di spazzolare sempre il cane quando si torna da una passeggiata, per eliminare eventuali zecche sul pelo. Se invece si trova tra il pelo del proprio animale uno di questi ospiti indesiderati va tolto immediatamente

Zanzare e pappataci

Tra gli insetti più pericolosi per gli animali vi sono zanzare e pappataci. Le zanzare possono trasmettere un parassita chiamato filaria, responsabile della filariosi cardiopolmonare. La filaria si insedia nel cuore e nell’arteria polmonare dell’animale, provocando lesioni gravi e problemi cardiaci e respiratori. La filariosi è molto comune soprattutto nel gatto.

Il pappatacio può trasmettere un parassita chiamato leishmania, responsabile della leishmaniosi. La malattia colpisce prevalentemente i cani e può essere trasmessa anche all’uomo. Si tratta di una malattia cronica, che provoca danni progressivi.

Filariosi e leishmaniosi sono malattie che possono portare cani e gatti alla morte, se non vengono diagnosticate per tempo.

Per tutti i rischi sopraelencati risulta necessario agire tempestivamente attraverso la prevenzione. Per tutte le prevenzioni è sempre importante consultare il proprio veterinario di fiducia, che saprà indicare la modalità adatta ad ogni animale.

Se il tuo amico a quattro zampe dorme all’esterno è molto più soggetto alle punture di insetti pericolosi, come le zanzare ed i pappataci, quindi è di fondamentale importanza utilizzare degli antiparassitari e dei prodotti repellenti in grado di allontanarli.


Lascia un commento

Gli indirizzi E-Mail non saranno pubblicati. I campi richiesti sono contrassegnati con *

Categorie del blog